“FRAMMENTI DI STORIA MOLESE” di Pasquale B. Trizio

 

Cop_Frammenti

 

FRAMMENTI DI STORIA MOLESE

Società, Cultura e Tradizioni a Mola di Bari dal XVII al XIX secolo dai protocolli dei notai molesi

Autore: Pasquale B. Trizio

Prezzo: Euro 20

Pagine: 416

 

 

I polverosi protocolli notarili che sono gelosamente conservati presso l’Archivio di Stato di Bari contengono documenti che sono in grado, da soli, di narrare le vicende d’ogni genere di una comunità. Questo innovativo saggio che Pasquale B. Trizio ha composto, proprio attraverso una lunga e puntuale rilettura durata più anni degli atti che i notai molesi hanno cronologicamente redatto nel corso dei secoli, getta nuova luce sulle vicende che hanno contraddistinto la vita della città di Mola di Bari dalla seconda metà del Seicento, con la dolorosa vicenda della peste, sino alle soglie dell’Unità d’Italia, attraverso il Settecento, il secolo dei Lumi e della grande apertura alla cultura anche delle popolazioni meridionali. Vicende storiche, politiche, sociali e di folclore senza trascurare quelle marinare – queste ultime da sempre identificative della vera anima della città di Mola – emergono dai protocolli notarili quali anelli di una catena che insieme fanno la storia di un popolo. La storia della città di Mola, con i saggi di Nicola Uva, Pasquale Di Bari e Michele Calabrese, è stata più che documentata; i saggi riportati in questi Frammenti, opportunamente introdotti onde presentarne storicamente i contenuti e favorirne una corretta lettura, integrano in maniera efficace il già noto ordito storico della città e consentono di leggere in maniera diretta le vicende spesso dolorose, ma anche gioiose e grottesche, della vita dei molesi nei secoli interessati, che gli stessi protagonisti hanno descritto davanti al notaio e con tanto di testimoni.


Pasquale B. Trizio, barese, classe 1951. Ufficiale della Marina Militare e Mercantile, dopo un breve periodo di navigazione per i mari del mondo, si è dedicato allo studio della navigazione e alla diffusione della cultura marinara. È autore di numerose pubblicazioni e saggi tra cui La marineria a vapore del Levante d’Italia e La rotta dell’olio, entrambe edite dalla Laterza; Il porto di Bari. Genesi di un progetto per il Centro Studi nicolaiani ed Il porto di Bari. 1925-1950 per l’Autorità Portuale di Bari. Attualmente collabora con le più autorevoli riviste marinare specializzate, ha costituito a Bari l’Associazione Marinara “Puglia” e presiede il gruppo di Bari dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia.