“SAVERIO MERCADANTE” a cura di Michele Saponaro e Vito Ventricelli

 

mercadante

 

SAVERIO MERCADANTE. La vita, le opere, il gioco del Cigno di Altamura

Curatori: Michele Saponaro e Vito Ventricelli

Prezzo: Euro 35 (Libro + tavola del gioco)

Pagine: 160

 

 

 

Un libro e un gioco per ripercorrere la vita e le opere del musicista Saverio Mercadante.

 

Nato “quasi per gioco”, come riporta il titolo della presentazione di Michele Saponaro, il volume, di ben 160 pagine – con un raro e prezioso apparato iconografico, proveniente dall’archivio privato Ventricelli – è articolato in tre distinte sezioni: Opere, Artisti e Teatri, Memorabilia, introdotte da brevi testi di Dinko Fabris, autore della prefazione. Nella prima sezione sono state pubblicate gran parte delle le opere melodrammatiche di Mercadante. Ogni opera presenta due parti: una illustrata con le colorate e decorate copertine o i frontespizi dei libretti (in prevalenza di prime rappresentazioni) e una testuale, dove è stata riportata la trascrizione di quanto stampato nel libretto, più alcune interessanti notizie redatte da Vito Ventricelli. Nella seconda sezione troviamo le immagini – tutte tratte da antiche e originali incisioni – di alcuni tra i più importanti interpreti delle opere di Mercadante, come Adolphe Nourrit, Sofia Schoberlechner, Anna Bishop e i grandi Luigi Lablache e Giovan Battista Rubini, con notizie della loro vita e il ruolo avuto nell’esecuzione delle opere dell’illustre musicista altamurano. In questa sezione, inoltre, sono stai inseriti anche i tre teatri intitolati a Mercadante: di Napoli, di Altamura e di Cerignola. La terza e ultima sezione documenta altri rari e diversificati soggetti: i ritratti di Mercadante (in età giovanile, in età matura e da anziano, compresa la rara caricatura ottocentesca di Melchiorre Delfico), i monumenti innalzati ad Altamura e Napoli in occasione del centenario della nascita, la casa natale e quella dove è vissuto a Napoli, la sua tomba e vari cimeli. In questo caso le immagini parlano da sole e, per tanto, il lettore troverà esclusivamente delle brevi, ma esaustive, didascalie ragionate. Non potevano mancare le notizie sulla vita, la bibliografia e la discografia a completamento del volume, a cui è stata allegata anche l’originaria tavola da gioco del “Cigno di Altamura” che ha dato il pretesto per addivenire, dopo anni di ricerche, a quest’inedita e insolita pubblicazione.